ORL EVENTO ECM SCIENTIFIC GIORNALISMO

I TUMORI TESTA-COLLO - Da malattia rara a patologia diffusa:come comunicare le cure e lo stato della ricerca

POSTI ESAURITI

Responsabile scientifico
Dott. Angelo Ghidini; Dott.ssa Alessandra Ferretti

Segreteria scientifica
Dott. Angelo GHIDINI (Direttore Struttura Complessa di ORL IRCCS AUSL Reggio Emilia), Dott.ssa Alessandra FERRETTI (Giornalista Sanità 24 - Il Sole 24 Ore)

Modalità di Partecipazione
Il corso si svolgerà in modalità FAD - Asincrona, suddivisa in moduli.

La partecipazione al corso è gratuita.
E' richiesta l'iscrizione nell'apposita sezione del Calendario Eventi, al termine del quale l'utente riceverà una mail di conferma dal sistema con il link di accesso alla piattaforma.
Username e password da utilizzare saranno gli stessi utilizzati in fase di iscrizione.

NB: Al fine di completare correttamente l'iscrizione, è richiesta la compilazione corretta di tutti i dati anagrafici in particolar modo di: Codice fiscale, CAP, indirizzo e-email , professione e stato occupazionale.

Il corso è accreditato ECM,
sarà possibile effettuare il Test ECM online, una volta completato l'intero percorso formativo

Quando
Dal  16/11/2020  al  31/05/2021

Codice Evento
211-308581

Obiettivi formativi
Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Categorie accreditate
Medico Chirurgo (tutte le discipline), Infermiere, Logopedista, Dietista

Numero crediti  4
PROGRAMMA

Dalla chirurgia alle terapie passando per la comunicazione
16'Cristina Marchesi, Dir. Gen Ausl Reggio Emilia ,
Angelo Ghidini, Dir. Str. Complessa di ORL Ausl Irccs Reggio Emilia


FATTORI DI RISCHIO E PREVENZIONE
23'Maria Masocco, Responsabile progetto PASSI, Istituto Superiore di Sanità
17'Michele Cassetta, Medico, giornalista, docente Università degli Studi di Bologna


LE CURE TRA GUARIGIONI E CONTROLLO DEI SINTOMI

34'L’approccio e le soluzioni chirurgiche nei tumori del distretto testa collo Angelo Ghidini, Dir. Str. Complessa di ORL Ausl Irccs Reggio Emilia
32'Le possibilità terapeutiche della Radioterapia Cinzia Iotti, Dir. Centro di Radioterapia Oncologica Ausl Irccs Reggio Emilia
29'La comunicazione del cancro nei tumori testa collo: tra deontologia e percezione sociale Alessandra Ferretti, Giornalista Sanità 24 – Il Sole 24 Ore e consulente comunicazione medico-paziente

L’IMPATTO DELLA RICERCA
21'Paolo Bossi, Docente di Oncologia Medica Università degli Studi di Brescia
28'Mariagrazia Ghi, Divisione Oncologica Medica 2, Istituto Oncologico Veneto Padova


TRA CURA E RIABILITAZIONE
2' Presentazione della tavola rotonda Alessandra Ferretti, Giornalista Sanità 24 – Il Sole 24 Ore e consulente comunicazione medico-paziente
9’ Tra cura e riabilitazione Fausto Nicolini, Ex Dir. Gen Ausl Reggio Emilia
22'Il ruolo della ricerca nella patologia neoplastica del testa colloMassimo Costantini, Dir. Scientifico Irccs Reggio Emilia
13'L'importanza delle associazioni di volontariato nella patologia del testa collo e il loro ruolo quanto a presidi innovativi e riabilitazioneClaudio Dugoni, Presidente LILT Modena
11'L'importanza del team multidisciplinare nell'affrontare la patologia del testa colloLivio Presutti, Dir. Str. Complessa di ORL Policlinico di Modena
4'Le terapie più innovative nell'ambito della patologia neoplastica del testa colloCarmine Pinto, Dir. Str. Complessa Oncologia Medica Ausl Irccs Reggio Emilia

I tumori maligni del distretto testa-collo, che si sviluppano nelle aree di bocca, gola, naso, seni paranasali, laringe (corde vocali), faringe, ghiandole salivari e tiroide, sono considerati dall’ente europeo RARECARE ancora “tumori rari”. Eppure nel mondo si contano circa 550.000 nuovi casi/anno, che solo in Italia si attestano sui 25.000 nuovi casi (inclusi i tumori della tiroide).
Nel nostro paese, il tumore del distretto testa-collo rappresenta la quinta neoplasia più frequente nei maschi tra i 50 e i 69 anni, con un tasso di mortalità in riduzione, ma ancora elevato. È in costante aumento il numero di giovani che ne sono colpiti. La sopravvivenza a 5 e 10 anni in questi pazienti è, rispettivamente, del 57% e del 48%.
Ecco perché è giunto il momento di far conoscere questo tipo di neoplasia, i suoi numeri, le modalità di prevenzione, la chirurgia e le terapie. Tanto più che spesso le conseguenze che un intervento chirurgico può lasciare sul paziente affetto da tumore del testa-collo possono essere alquanto devastanti. Le problematiche più diffuse riguardano il reinserimento lavorativo e sociale delle persone, anche molto giovani.
Si rende quindi urgente che i professionisti acquisiscano le giuste competenze comunicative per approcciare e guidare questi pazienti e le loro famiglie, oltre all’aggiornamento delle migliori tecniche chirurgiche e terapeutiche oggi disponibili.